Bando INAIL sicurezza: oggi il giorno dell’inoltro delle domande

Scatta oggi, giovedì 26 maggio 2016, alle ore 16:00 il click day per l’assegnazione dei 276 milioni di euro di finanziamenti che l’INAIL ha messo a disposizione, mediante il Bando ISI 2015, delle imprese che investono in sicurezza. Si tratta a tutti gli effetti della fase di inoltro delle domande di accesso ai finanziamenti.

Il Bando ISI 2015 è un importante iniziativa dell’INAIL che permette alle imprese di ottenere un contributo a fondo perduto fino a 130mila euro perprogetti di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori.

Si apre così la terza fase dell’importante bando: l’apertura dello sportello informatico è prevista dalle ore 16 alle ore 16,30. Le imprese potranno inviare, attraverso lo sportello informatico, la domanda di ammissione al contributo utilizzando il codice identificativo attribuito mediante la procedura di download.

Sono 3 le fasi in cui suddiviso questo step della procedura:
– autenticazione ed acquisizione dell’indirizzo per l’ “Accesso allo sportello”;
– acquisizione dell’indirizzo di invio;
– invio codice identificativo;

Per un corretto invio della domanda tramite codice identificativo l’INAILha messo a disposizione le “Regole tecniche e modalità di svolgimento” contenenti le istruzioni per la procedura di invio della domanda online.

Gli interventi incentivati tramite il Bando ISI 2015 fanno riferimento a 3 macro-categorie tematiche:
– progetti di investimento;
– progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
– progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.

Le imprese possono presentare un solo progetto, per una sola unità produttiva su tutto il territorio nazionale, riguardante una sola tipologia tra quelle indicate. Inoltre va ricordato che il Bando ISI 2015 ha previsto una particolare misura che andrà a finanziare i progetti che riguarderanno labonifica da materiali contenenti amianto.

Per ogni informazione integrativa sul Bando ISI 2015 si consiglia di consultare la Pagina speciale di Ediltecnico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *