Sulla riforma pensioni l’Associazione bancaria italiana in sintonia con i sindacati per i prepensionamenti, ultime notizie del 9 febbraio 2016.

Anche le banche italiane sollecitano al Governo Renzi una riforma pensioni che introduca nuovi elementi di flessibilità in uscita dal lavoro per consentire ai lavoratori un accesso più agevole alla pensione anticipata. Infatti, a proposito della revisione del sistema previdenziale che il presidente del Consiglio ha promesso di realizzare entro il 2016, “l’Abi esprime la piena disponibilità – hanno spiegato oggi i rappresentanti dell’ Associazione bancaria italiana – a prendere in considerazione, anche alla luce dei reali impatti, quelle soluzioni che vadano nella direzione prefigurata introducendo – hanno sottolineato nel corso di un’audizione nelle commissioni Finanze e Lavoro a Montecitorio – forme di flessibilità”.

Previdenza, audizioni dei rappresentanti dell’Abi in commissione Lavoro a Montecitorio

Le banche, dunque, sulla riforma pensioni si trovano in linea generale in sintonia con le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil che hanno già inviato a Palazzo Chigi una piattaforma unitaria sulla quale intendono confrontarsi con il premier Matteo Renzi e il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Giuliano Poletti che però continuano a rinviare l’apertura del tanto atteso e sollecitato tavolo di confronto. Anche l’Abi chiede nuove formule di flessibilità in uscita dal lavoro che possano garantire “il massimo livello di sostenibilità possibile – hanno spiegato in audizione alla Camera i rappresentanti dell’Associazione bancaria italiana – tra esigenze di finanza pubblica e necessità di imprese e lavoratori“.

Apprezzando le misure relative alla questione previdenziale inserite dal Governo Renzi nella legge di Stabilità 2016, come quella sulla solidarietà espansiva e sul prepensionamento con la formula del part-time per gli over 63, l’Associazione bancaria italiana “rinnova l’auspicio che tali misure – hanno aggiunto i rappresentanti dell’Abioggi in commissione congiunta Lavoro e Finanze alla Camera – possano costituire un primo step di un disegno complessivo e organico finalizzato – hanno sottolineato secondo quanto riferisce l’agenzia Public Policy- a rendere più flessibile l’accesso al pensionamento”.

Pensione anticipata, l’Associazione bancaria sollecita al Governo maggiore flessibilità

Oltre a quelle dei rappresentanti dell’Abi, diverse sono questa le audizioni in programma in commissione Lavoro sulla riforma pensioni e in particolare sulla riduzione degli assegni d’oro, sulla flessibilità in uscita per la pensione anticipata e sulle pensioni di reversibilità che il Governo Renzi, con il disegno di legge a prima firma della senatrice Monica Cirinnà sulle unioni civili, vorrebbe estendere anche alle coppie gay. Evidentemente le idee e le proposte sulle modifiche alla legge Fornero non mancano, ciò che ancora si attende con trepidazione è l’apertura ufficiale del cantiere per la riforma pensioni da parte del Governo Renzi.

Fonte: http://it.blastingnews.com/: entebilnews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.